Weekend a Cattolica, Ecco cosa Vedere

Ormai è ufficiale: la bella stagione è alle porte e non c’è modo migliore di festeggiarla con un bel weekend in una delle città più belle della riviera romagnola, Cattolica. Oltre al suo splendido mare e alle sue spiagge mozzafiato ( anche per il 2016 la città ha ottenuto il riconoscimento della bandiera blu), la Regina dell’Adriatico riserva ai turisti e ai vacanzieri che intendono visitarla una serie cospicua di attrazioni e di interessanti luoghi da scoprire. Una volta raggiunto il vostro hotel a Cattolica e ammirato il lungomare e il porto di Cattolica, dove durante l’estate sono ormeggiate delle fantastiche barche, il tour della città impone una visita alla Rocca: eretta nel 1491 e ancora oggi in piedi, la costruzione torreggia sulla città come a difenderla ancora nonostante i secoli trascorsi.

Il giro alla scoperta della città prosegue poi, in tema storico-culturale, con la visita alla storica casa di Guglielmo Marconi e la scoperta del Teatro di Cattolica, situato di fronte all’Arena della Regina, palcoscenico durante le calde serate estive di numerosi eventi, concerti e spettacoli organizzati dalla città. Per gli appassionati della storia non si può poi non visitare il Museo della Regina, recentemente ristrutturato e modernizzato, nel quale oltre ad ammirare una serie di importanti reperti storico-archeologico risalente all’età romano-repubblicana, sarà possibile contemplare anche importanti reperti della sezione di Marineria.

In un fine settimana a Cattolica, non può ovviamente mancare una visita al suo magnifico acquario, dove sono ospitati centinaia di diverse specie, tutte da ammirare e conoscere. Caratteristica è soprattutto la struttura dell’acquario, ospitato in un ex colonia navale la cui pianta dall’alto assomiglia ad una flotta navale. L’acquario non a caso è conosciuto anche con il nome “ acquario le navi”.

Una visita completa della città richiede poi una visita alla chiesa di Sant’Apollinare, erette circa alla fine del 1200 all’interno della quale è possibile ammirare una tela con Gesù Crocifisso, esempio di arte barocca.

Spostandosi poi  dalla città di Cattolica e dirigendosi verso la città di Gabicce Mare, grazie all’efficiente e veloce trasporto locale, sarà possibile ripercorrere i passi che portano alla leggenda a largo della costa di Gabicce. Secondo quanto si racconta infatti un tempo, li dove ora il mare padroneggia in solitaria, sarebbe in realtà stata presente una zona di terra emersa, sulla quale viveva e si sviluppava una città che, secondo la ricostruzione che viene data, avrebbe avuto il nome di “ insediamento di Conca”.  Questa civiltà sarebbe quindi divenuta, secondo la storia, l’Atlantide dell’Adriatico, poiché secondo la leggenda, sarebbe stata sommersa dal mare in seguito a un evento naturale quale un maremoto. Della leggenda si è cercato di fornire dati scientifici e storici, e molte sono state le spedizioni da parte di scienziati e esperti per ritrovare anche una minima traccia di questa possibile città. Ad oggi tuttavia questa rimane solo una leggenda, poiché nessun reperto è stato rinvenuto per avvalorare la tesi. In ogni caso però, molte sono le persone che, sulla strada panoramica che da Gabicce Mare porte a Gabicce Monte, si fermano e stendono lo sguardo a largo, speranzose di assistere a qualcosa di incredibile o magari intravedere un po’ di realtà nella leggenda.

Leave a Reply